Chi sono


“La fotografia è verità, il cinema è verità ventiquattro volte al secondo”
Jean-Luc Godard

La prima macchina fotografica, a pellicola, mi è stata regalata il giorno stesso che ho scoperto di dover mettere gli occhiali. Da quel momento il mondo lo vedo solo attraverso delle lenti che siano a contatto, occhiali o fotografiche. Attraverso un obiettivo fotografico il mondo perde una dimensione, diventa un groviglio di linee e forme in grado, a volte, di stupire più di quanto possa fare la realtà completa della terza dimensione.
Col tempo il cinema “così lontano, così vicino” dalla fotografia cattura il mio interesse. Finisco con il ritenere la fotografia e il cinema dei veicoli, dei mezzi di comunicazione. I messaggi che si possono trasmettere con questi strumenti sono infiniti: dalla più fredda documentazione alla più calda emozione.
La realtà attraverso una lente può essere distorta ma non il suo messaggio: quello è chiaro e immutabile nel tempo.